06 lug 2009

Nuove imprese, donne, giovani e svantaggiati – dal 16/04/09

Con il presente bando la Regione Lombardia intende sostenere, favorire ed incentivare l’avvio di nuove attività imprenditoriali, attraverso l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato, interventi finalizzati all’avvio di nuove attività imprenditoriali, di lavoro autonomo ed indipendente con particolare riguardo alle iniziative proposte da giovani, donne e soggetti svantaggiati.
Il contributo è riservato ai soggetti che, alla data di presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:


1. Nuove imprese costituite in forma di società di persone e/o di capitale composte per i 2/3 da giovani in età dai 18 ai 35 anni compiuti e/o da donne e/o soggetti svantaggiati che dovranno detenere almeno i 2/3 delle quote del capitale sociale dell’impresa.
Le neo società costituite potranno essere partecipate da persone giuridiche, anche con requisiti diversi dai soggetti beneficiari, purché la percentuale di partecipazione di queste non superi il 25% del capitale.
Per le nuove imprese costituite in forma societaria non sono previste esclusioni di settori merceologici ad eccezione di quelli esclusi in base alla normativa “de minimis” vigente.

Incentivi all’internazionalizzazione – a sportello dal 02/04/09

Interventi finanziari a sostegno delle Piccole e Medie Imprese lombarde per la realizzazione, tramite investimento diretto o in Joint Venture con imprese estere, di nuovi insediamenti produttivi, centri di assistenza tecnica post-vendita o strutture logistiche permanenti all’estero.
Possono presentare domanda i soggetti in possesso, alla data di presentazione, dei seguenti requisiti:
a)qualifica dimensionale di piccola o media impresa (con esclusione delle micro imprese);
b)codice di attività manifatturiero ATECO 2007 lettera C, fatti salvi i limiti e le esclusioni di cui al Regolamento (CE) n. 1998/2006 relativo agli aiuti di importanza minore (“de minimis”);
c)costituzione in forma di società di capitali;
d)sede operativa in Lombardia da almeno 2 anni;
e)minimo di 2 anni di operatività nel settore Manifatturiero (ATECO 2007 lettera C) alla data di presentazione della domanda
Ai fini della verifica dei requisiti di cui ai punti d) ed e) che precedono farà fede quanto risultante nel Registro delle Imprese.

Sono escluse dagli interventi finanziari disciplinati dal presente provvedimento:
a)le imprese in difficoltà ai sensi della normativa comunitaria in tema di aiuti di Stato;
b)le imprese costituite in forma di associazione (cooperative e consorzi);
c)le imprese “che hanno ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti che sono individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea”, ai sensi del d.p.c.m. 23 maggio 2007 (c.d. “Impegno Deggendorf”).

Sviluppo aziendale, crescita dimensionale e trasferimento di impresa - a sportello dal 03/2009

Strumento finanziario della Regione Lombardia per sostenere le attività imprenditoriali orientate all’innovazione, al trasferimento tecnologico ed allo sviluppo competitivo sul mercato interno ed internazionale.
Le agevolazioni sono riservate a micro, piccole e medie imprese industriali aventi sede operativa in Lombardia ed operanti nel Settore manifatturiero rientranti nelle classificazioni ISTAT ATECO 2007 lettera C.
I progetti di investimento ammissibili agli intervento finanziari devono essere compresi tra un minimo di € 150.000 e un massimo di € 1.500.000.
Le agevolazioni sono concesse nelle seguenti forme tecniche alternative;
•Co-finanziamento a medio termine: finanziamento erogato dalla banca convenzionata con l’utilizzo di mezzi finanziari propri e del FRIM;
•Prestito partecipativo: finanziamento erogato dalla banca convenzionata con l’utilizzo di mezzi finanziari propri e del FRIM.
L’intervento finanziario agevolativo riguarda una parte della spesa ammissibile, variabile a seconda della linea di intervento prescelta. Per tutte e tre le linee, la quota di intervento finanziario a carico del fondo aumenta nel caso venga scelta la forma tecnica del prestito partecipativo.
Il tasso nominale annuo di interesse applicato alle risorse del fondo è fisso e pari allo 0,5%. Il tasso nominale annuo di interesse applicato alle risorse bancarie è definito nell’ambito del rapporto convenzionale tra Gestore e Istituti bancari.

Si distinguono le seguenti linee di intervento:
•Sviluppo aziendale basato su processi di ammodernamento e ampliamento produttivo;
•Crescita dimensionale perseguita tramite acquisizione d’impresa terza non collegata;
•Trasferimento di impresa realizzato tramite operazioni di acquisizione di impresa da parte di nuove società di capitali costituite da persone fisiche.

Innovazione di prodotto ed applicazione ricerca – a sportello da Febbraio 2009

La regione Lombardia ha attivato una misura di ingegneria finanziaria e si propone di supportare la competitività del sistema imprenditoriale lombardo stimolando le capacità competitive delle micro, piccole e medie imprese migliorando, da un lato, le condizioni di accesso al credito partecipando al rischio finanziario connesso alle singole operazioni creditizie e, dall’altro lato, migliorando le condizioni di costo del mercato del credito. L’obiettivo è quello di incentivare investimenti finalizzati all’innovazione di prodotto, all’innovazione di processo ed all’applicazione industriale di risultati della ricerca.
La misura si compone delle seguenti sottomisure:
- Sottomisura 1. “Innovazione di prodotto e di processo”;
- Sottomisura 2. “Applicazione industriale di risultati della ricerca”.

Le agevolazioni sono riservate a micro, piccole e medie imprese aventi sede operativa in Lombardia ed operanti nel settore manifatturiero di cui alle classi C10 a C33 della classificazione ISTAT ATECO 2007.
Alle agevolazioni previste per la Sottomisura 1.“Innovazione di processo e di prodotto” possono accedere inoltre le PMI operanti nel settore dei servizi alle imprese di cui alle classi:
- 62 Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse;
- 63 Attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici;
- 72 Ricerca scientifica e sviluppo.

I progetti e le attività indicati devono essere realizzati dalle imprese destinatarie dell’agevolazione nell’ambito di sedi operative localizzate sul territorio della Regione Lombardia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...