02 giu 2011

Voucher per servizi rivolti al risparmio energetico delle pmi prov Como – 9-6-11 al 9-8-11


Nell’ambito del Progetto Energia, con l’intento di sostenere le imprese nell’attivare interventi per incrementare la propria efficienza energetica, la CCIAA di Como ha ritenuto opportuno sviluppare una nuova azione concreta che consiste nella assegnazione alle micro e piccole medie imprese della provincia di Como di voucher volti a finanziare diversi servizi rivolti al risparmio energetico.
Sono soggetti beneficiari le Micro e PMI, non soggette a procedure concorsuali, con sede operativa nella provincia di Como iscritte al Registro Imprese ed in regola con il pagamento del diritto annuale camerale.
Più in particolare, è prevista la concessione di voucher nelle seguenti misure e con le seguenti modalità:
Misura A - attribuzione di voucher per la realizzazione di:
- A1 Check Up
- A2 Studi di Fattibilità
- A3 Interventi finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica di strutture o impianti o alla realizzazione di impianti a fonti rinnovabili;
Misura B - attribuzione di voucher per l’adozione di un Sistema di Gestione dell’Energia in accordo alla Norma UNI CEI 16001:2009;
Misura C - attribuzione di voucher per l’analisi delle armoniche sulle reti di distribuzione Elettrica

Misura A1 – Check Up, sono ammissibili a contributo le analisi dei consumi energetici degli involucri edilizi e delle attività industriali o di servizio finalizzate ad evidenziare le criticità attuali e i possibili ambiti di intervento per migliorare l’efficienza energetica di strutture e impianti.
Misura A2 – Studi di fattibilità, sono ammissibili a contributo gli studi di fattibilità riguardanti ipotesi progettuali che consentono una quantificabile riduzione dei consumi energetici attraverso la riprogettazione o sostituzione dei cicli e delle linee produttive oppure la riqualificazione di strutture edilizie esistenti. L’analisi dovrà illustrare i benefici ottenibili, in modo particolare in termini di risparmio di energia, e una valutazione economica degli interventi oggetto dello studio.
Misura A3 - Interventi finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica di strutture o impianti o alla realizzazione di impianti a fonti rinnovabili, sono ammissibili a contributo le seguenti iniziative:
1) interventi di riqualificazione degli elementi opachi o finestrati degli edifici;
2) interventi di sostituzione di macchine ed apparecchiature esistenti con nuove macchine e apparecchiature ad elevata efficienza;
3) altri interventi su impianti di produzione esistenti, finalizzati al risparmio energetico o al recupero di cascami di energia;
4) realizzazione di impianti a fonti rinnovabili;
5) interventi per la realizzazione di nuovi impianti di cogenerazione ad alto rendimento;
6) interventi per il miglioramento/la conversione di un impianto di produzione di energia esistente in una unità di cogenerazione ad alto rendimento.
Misura B adozione di un Sistema di Gestione dell’Energia, sono ammissibili a contributo gli interventi, svolti da parte di consulenti esterni all’azienda, per la progettazione e implementazione del Sistema di Gestione dell’Energia dell’impresa in accordo ai requisiti della Norma UNI CEI 16001:2009. La richiesta di liquidazione potrà essere effettuata solamente a seguito dell’ottenimento della certificazione UNI CEI 16001:2009.
Misura C – analisi delle armoniche, sono ammissibili a contributo gli interventi di valutazione del corretto dimensionamento e funzionamento del sistema di rifasamento degli impianti, nonché una verifica sulla presenza di armoniche nella rete interna di distribuzione elettrica.
Ciascuna domanda di finanziamento presentata deve avere ad oggetto un unico intervento tra quelli indicati.
Non è ammessa più di una domanda di finanziamento per richiedente a valere sul presente bando.
I contributi sono concessi nel rispetto della disciplina comunitaria del “de minimis”
L’entità del contributo varia in funzione della tipologia di spesa ed in particolare:
Misura A
Check Up (A1): Attribuzione di voucher per finanziamento a fondo perduto del 30% delle spese ammissibili, con un massimale di € 1.500 per ogni check up
Studi di Fattibilità (A2): Attribuzione di voucher per finanziamento a fondo perduto del 30% delle spese ammissibili, con un massimale di € 1.500 per ogni studio di fattibilità
Interventi (A3): Attribuzione di voucher per finanziamento a fondo perduto del 30% delle spese ammissibili, con un massimale di € 25.000 per ogni intervento
Misura B
Attribuzione di voucher per il 50% delle spese ammissibili con un massimale di € 3.000 per le spese di consulenza per l’adozione di un Sistema di Gestione dell’Energia
Misura C
Attribuzione di voucher per il 50% delle spese ammissibili con un massimale di € 3.000 per la realizzazione di un check up che verifichi il funzionamento del sistema di rifasamento e la presenza di armoniche nella rete interna di distribuzione elettrica.
Sono ammissibili a contributo le spese strettamente connesse alle iniziative di sostenute dai beneficiari successivamente alla data di presentazione della domanda in relazione alle iniziative avviate dopo tale data.
Per le iniziative avviate precedentemente alla data di presentazione della domanda, sono ammissibili le spese sostenute anche nei sei mesi antecedenti la pubblicazione del presente regolamento.
Tutte le spese sono considerate ammissibili al netto di IVA e di altre imposte e tasse.
Le richieste di finanziamento possono, a partire dal 9 giugno 2011 fino al 9 agosto 2011.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...