06 lug 2009

Sviluppo aziendale, crescita dimensionale e trasferimento di impresa - a sportello dal 03/2009

Strumento finanziario della Regione Lombardia per sostenere le attività imprenditoriali orientate all’innovazione, al trasferimento tecnologico ed allo sviluppo competitivo sul mercato interno ed internazionale.
Le agevolazioni sono riservate a micro, piccole e medie imprese industriali aventi sede operativa in Lombardia ed operanti nel Settore manifatturiero rientranti nelle classificazioni ISTAT ATECO 2007 lettera C.
I progetti di investimento ammissibili agli intervento finanziari devono essere compresi tra un minimo di € 150.000 e un massimo di € 1.500.000.
Le agevolazioni sono concesse nelle seguenti forme tecniche alternative;
•Co-finanziamento a medio termine: finanziamento erogato dalla banca convenzionata con l’utilizzo di mezzi finanziari propri e del FRIM;
•Prestito partecipativo: finanziamento erogato dalla banca convenzionata con l’utilizzo di mezzi finanziari propri e del FRIM.
L’intervento finanziario agevolativo riguarda una parte della spesa ammissibile, variabile a seconda della linea di intervento prescelta. Per tutte e tre le linee, la quota di intervento finanziario a carico del fondo aumenta nel caso venga scelta la forma tecnica del prestito partecipativo.
Il tasso nominale annuo di interesse applicato alle risorse del fondo è fisso e pari allo 0,5%. Il tasso nominale annuo di interesse applicato alle risorse bancarie è definito nell’ambito del rapporto convenzionale tra Gestore e Istituti bancari.

Si distinguono le seguenti linee di intervento:
•Sviluppo aziendale basato su processi di ammodernamento e ampliamento produttivo;
•Crescita dimensionale perseguita tramite acquisizione d’impresa terza non collegata;
•Trasferimento di impresa realizzato tramite operazioni di acquisizione di impresa da parte di nuove società di capitali costituite da persone fisiche.



“Sviluppo aziendale”: sostiene progetti di investimento per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo.
Sono ammissibili, al netto di IVA, le seguenti tipologie di spesa:
•Opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati fino al 30% dell’investimento complessivo ammissibile;
•Macchinari, impianti specifici ed attrezzature – nuovi di fabbrica – necessari per il conseguimento delle finalità produttive;
•Sistemi gestionali integrati (software & hardware, fino al 10% dell’investimento complessivo ammissibile);
•Acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione.

"Crescita dimensionale" :supporta la crescita dimensionale dell’impresa perseguita mediante acquisizione di altra impresa di capitale, economicamente e finanziariamente sana, che non sia ad essa già collegata, con l’acquisto diretto di quote od azioni in misura tale da consentirne il controllo ai sensi del art. 2359 del cc.
La spesa ammissibile in questo caso è il prezzo di acquisizione della quota di partecipazione.

“Trasferimento d’impresa”: supporta il trasferimento della proprietà aziendale di imprese economicamente e finanziariamente sane, attraverso operazioni di acquisizione da parte di nuove società (New-Co) costituite da persone fisiche (familiari o manager dell’impresa o esterni) con la finalità di acquisire l’impresa e con l’obiettivo di favorire:
•Il passaggio generazionale ed il mantenimento sul mercato di imprese valide e competitive;
•La trasformazione di imprese a carattere preminentemente familiare in imprese manageriali.
La spesa ammissibile è il prezzo di acquisizione della totalità delle quote o delle azioni rappresentative dell’intero capitale sociale dell’impresa oggetto di trasferimento, con esclusione delle quote/titoli detenuti da eventuali investitori istituzionali e non potrà essere superiore a 5 volte il capitale sociale sottoscritto e versato nella nuova società (New-Co).

Le domande potranno essere presentate dal 2 marzo 2009, fino ad esaurimento delle risorse. Ad oggi, lo strumento risulta ancora operativo.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...